Disturbi Psicosomatici

Consulenza e terapia psicosomatica degli adulti

Consulenza e terapia psicosomatica degli adulti

 

     Il primo obiettivo della richiesta di CONSULENZA psicosomatica risiede nella determinazione a capire se la propria sintomatologia somatica può far riscontro ad un processo di somatizzazione. Per comprendere ciò ci si può sottoporre al E-Motion Test oppure accedere direttamente ad un colloquio.

   Il presupposto di una CONSULENZA psicosomatica è la comprensione delle condizioni che hanno portato al disagio psicologico del paziente, della o delle situazioni che possono aver squilibrato il sistema psicobiologico dell'organismo, del modo in cui il soggetto ha interiorizzato lo stress permettendo la formazione di un cortocircuito psicobiologico di stress tendente alla cronicizzazione.

 

   L'obiettivo di un intervento di TERAPIA psicosomatica parte dalle risultanze della consulenza, con identificazione della/e situazioni che HANNO PROVOCATO una conversione psicosomatica del vissuto stressante. Occorre a questo livello lavorare in modo terapeutico su tale vissuto, ristrutturandolo ed aiutando il cervello (inteso come psiche) a rielaborarlo in forma completa ed evoluta. Spesso accade infatti che le informazioni immagazzinate a livello cognitivo, emotivo ed affettivo non siano state elaborate in modo equilibrato e funzionale, sicchè la mente andrà a "leggere" e ad utilizzare dei dati di vissuto in maniera incompleta o esasperata. Si instaurano così vissuti a volte troppo razionali ed emotivamente piatti o dissociati, oppure caricati all'eccesso da timori, paure o preoccupazioni, oppure ancora 'travolti' da confronti con il passato o proiezioni future che rendono il vissuto molto diverso da come avrebbe potuto risultare da un'elaborazione equilibrata e ben ripartita tra le varie istanze psichiche, in ultima analisi più realistica rispetto alla portata e al reale svolgimento degli eventi. Spesso una visione troppo soggettiva li carica stravolgendoli o li svuota svilendoli.

 

Consulenza problemi d'infertilità

Consulenza problemi d'infertilità

 

Una percentuale rilevante delle coppie che non riescono ad avere figli per motivi biologici non chiari, la cosiddetta fertilità inspiegata o idiopatica, spesso può fare riscontro a difficoltà psicologiche dell'individuo o della coppia, che possono portare ad un funzionamento fisiologico poco o per nulla compatibile con un concepimento.

Purtroppo si tratta di una diagnosi fatta per esclusione, dunque il lavoro che ci si dispone a fare con la coppia o con il singolo, dopo aver escluso qualsiasi altra possibile componente funzionale od organica che possa incidere negativamente, è quello di comprendere, attraverso il racconto della storia individuale, familiare e di coppia, se si siano verificate delle situazioni tali da compromettere un'equilibrata comprensione, disposizione ed autentico desiderio di procreazione, o se siano presenti dei blocchi.

I motivi di perturbazione possono essere molteplici. Fra questi:

- non risolti tabù o timori inconsci di essere abbandonati o di perdere un affetto, o paura che senza il problema uno dei due abbandoni l’altro;

- bisogno inconscio di ferire/tenere a distanza il partner, perchè ci si sente sfruttati, truffati, intrappolati 

- conflitti e inibizioni psichiche (es eccessivo controllo mentale e incapacità di lasciarsi andare)

- Insicurezze, ansia da prestazione, scarsa comunicazione, eccessivo controllo dell'altro o di sè, paure ossessive di essere rifiutati/respinti, mascheramento di conflitti omosessuali, ecc..

 

 

Stress Lab

Stress Lab

 

Sono laboratori di gruppo per  la riduzione delle situazioni traumatiche e di stress. Riservati a 12/14 partecipanti, consentiranno ai vari partecipanti di raccontare le proprie esperienze socializzandole al gruppo e di sperimentare le varie tecniche che verranno proposte dal conduttore. Consente il passaggio nel proprio processo di cura da un ruolo passivo (nell'aspettativa che l'organismo risponda alla cura impostata) ad uno attivo nel prendere parte e condurre un processo di de-somatizzazione che permetta alla terapia medica di ottenere il massimo risultato.

Ogni modulo consiste in tre incontri di un'ora e mezza e consente (trattandosi di moduli progressivi) di poter accedere a quello successivo.

 

  MODULO I – BASE:  

Analisi delle difese psico-emotive (false percezioni, autoinganni, ecc.) e lavoro sui processi di somatizzazione (Test E-Motion)

  MODULO II – INTERMEDIO:

Competenze sensoriali, fisiologiche e somatiche (training autogeno superiore e mindfulness liv.I)

  MODULO III - SUPERIORE

Capacità di suggestione ed autosuggestione (ipnosi e autoipnosi) 

  MODULO IV - APPROFONDIMENTO

Consapevolezza (mindfulness liv. II) e competenze senso-motorie (psicologia senso motoria)

  MODULO V – PROGREDITO

Riequilibrio emisferico (e.m.d.r.) e costellazioni senso-motorie

 

Stress lab

 

 

Consulenza psicosomatica per disturbi dei propri figli

Consulenza psicosomatica per disturbi dei propri figli

 

I disturbi nella sfera psicosomatica possono interessare anche i nostri figli, sin da bambini. Più sono piccoli e meglio è da considerare l'opportunità di una consulenza di tipo psicosomatico allo scopo di verificare l'incidenza di aspetti emotivi, familiari, e di situazioni extrafamiliari (es. a livello scolastico, nel rapporto con insegnanti e compagni) verificatisi prime dell'esordio, mantenimento o peggioramento dei sintomi lamentati dal bambino.

Problematiche respiratorie, gastrointestinali, dermatologiche, possono a volte celare delle sofferenze interiori del bambino, che spesso non è in grado di socializzarle nè in famiglia nè all'esterno.

Con l'aiuto di un esperto psicosomatologo si potranno ricostruire i momenti, episodi e situazioni nella vita del bambino che possono aver inciso nell'imprimere a livello psichico una sofferenza poi somatizzata a livello organico.

 

Diagnosi psicosomatica attraverso l'uso del test E-Motion

Diagnosi psicosomatica attraverso l'uso del test E-Motion

 

Il test E-Motion è una semplice batteria di tests suddiviso in tre parti, con questionari a risposta multipla, cui si risponde crocettando la risposta che a livello istintivo si ritiene di sentire come più vicina alla propria sensazione del momento. E' dunque richiesta una compilazione rapida (7-15 minuti) per fare in modo che sia il cervello destro più che quello sinistro ad esprimersi.

La prima parte cerca di evidenziare se negli ultimi tempi (circa sei mesi) il soggetto abbia sperimentato situazioni stressogene vivendole con un atteggiamento tale da favorire l'instaurarsi di un processo di somatizzazione. Permette inoltre di comprendere quanto sia in grado di collegare eventuali disturbi denunciati a situazioni ambientali vissute nell'ultimo periodo.

 

La seconda parte del test permette di valutare la tendenza del soggetto ad esprimere e a reprimere la propria emotività in risposta alle situazioni di vita stressanti, nonchè a controllare la propria emotività e ancora le sue capacità di riequilibrio emotivo in seguito a sollecitazioni stressogene.

 

La terza parte del test esamina otto possibili tipologie e stili di reazione psico-emotiva agli eventi, delle quali quattro vengono ritenute favorenti e quattro sfavorenti i processi di somatizzazione.

Le categorie esaminate sono: reattività, proattività, apertura relazionale e distacco (strategie sfavorenti); preoccupazione, chiusura relazionale, passività e rassegnazione (strategie favorenti).

 

La valutazione sincretica dei risultati ottenuti potrà consentire di ipotizzare la possibilità che al momento attuale nel soggetto esaminato, sottoposto ad eventi trigger particolarmente stressogeni, possa innestarsi un processo di somatizzazione del proprio vissuto in risposta agli eventi stessi.

 

Il test non vuole costituire un metodo scientificamente standardizzato che individui con certezza i processi di somatizzazione in atto ma ha lo scopo di orientare il terapeuta psicosomatologo ed il soggetto stesso alla scoperta di alcune modalità di funzionamento che possano essere eventualmente utili nel caso di un successivo lavoro di ricostruzione dei vissuti precedenti all'insorgere di alcuni sintomi di rilevanza psicosomatica.

 

Se sei interessato a capire se e come in questo periodo reagisci agli eventi di vita rischiando di  somatizzare un disturbo sul corpo, richiedi (dopo esserti iscritto al sito) di ricevere il test via mail e rispediscilo una volta compilato. Riceverai nei giorni successivi una valutazione GRATUITA che potrà orientarti a capire se hai bisogno di aiuto.